L’iMac 27, un computer all-in-one completo

iMac 27

L’iMac 27 è senz’altro il computer più innovativo degli ultimi anni, data la sua impostazione rivoluzionaria, tanto nelle funzioni quanto nel design. È senza dubbio un computer costoso (dai 1.899 euro della versione base ai 2.079 di quella più completa), ma che ripaga ampiamente la spesa affrontata, dati i vantaggi che l’utilizzatore ne trae.

La prima dote che l’iMac 27 pollici porta con sé a chi ha deciso di acquistarlo, è un’enorme velocità in fase di accensione, che permette a questo computer desktop all-in-one di passare dalla quiete all’attività in appena una decina di secondi. In questo modo, si può cominciare da subito il trasferimento di dati dai propri account, passando ciò che si possiede sui server in rete – tipo i client di posta – e sui vecchi computer direttamente su Apple iMac 27. Questa operazione può essere compiuta utilizzando il servizio di cloud computing di Apple, iCloud. Dall’App store per Mac inoltre, si possono scaricare tutte le applicazioni necessarie al migliore utilizzo del computer, facilitando il proprio lavoro.

Dal punto di vista del design, l’iMac 27 si presenta come il non-plus-ultra dell’estetica per computer, unendo i pregi dell’essenzialità a quelli del gusto per le linee sinuose ed eleganti. Infatti, il cuore del computer è rappresentato dal monitor, il quale, a uno schermo piatto 16:9 dalle linee sobrie e incorniciato di nero, combina un posteriore arrotondato e senza spigoli, il tutto sorretto da una staffa a T dall’aspetto solido e contenuto. Il colore grigio metallizzato (stile acciaio) concorre ad aumentare l’importanza dell’oggetto, e le numerose funzioni che mette a disposizione del fruitore contribuiscono al senso di compiutezza che l’Apple iMac 27 restituisce.

Lo schermo dell’iMac 27 pollici risulta senz’altro la componente più appariscente di questo gioiello dell’elettronica, dato il procedimento con cui è stato ottenuto: quello della saldatura a frizione e rimescolamento. In questa maniera, le molecole dello strato in alluminio si fondono con il bordo della componente in vetro, procurando un risparmio nello spessore dello schermo di quasi la metà rispetto a un monitor comune. Per la visualizzazione delle immagini, è stata utilizzata la tecnologia a LED, che consente di ottimizzare le prestazioni del monitor attraverso un minore spreco d’energia, giovandosi anche del rivestimento LCD antiriflesso, protetto da un rivestimento al plasma. La risoluzione 2560×1440 riesce ad attrarre fortemente l’attenzione dell’utente, specialmente nel caso in cui egli stia lavorando in modalità multitasking, visualizzando un gran numero di contenuti, distribuiti sullo schermo in maniera chiara ed omogenea. I colori inoltre, sono nitidi e brillanti, mentre le figure risaltano per la cura dei dettagli, soprattutto nei filmati full HD.

Il microprocessore Intel Core i7 quadcore, accompagnato da otto Gb di memoria RAM, dà ampia soddisfazione all’utente che cerca la maggiore affidabilità nell’esecuzione dei programmi. L’iMac 27 pollici infatti sopporta un numero considerevole di software complessi in fase di lavoro, non conoscendo mai una fase di blocco o di saturazione. Anche la scheda video è pienamente all’altezza delle aspettative del fruitore dell’Apple iMac 27: tutti i contenuti – dai film ai videogiochi – non sperimentano fasi d’incertezza e scorrono con estrema fluidità.

L’iMac 27, anche se descritto solo per alcune caratteristiche, risulta un prodotto al di sopra delle previsioni dell’utente, ed è adatto a soddisfare i desideri della clientela più esigente. Chi è pronto a spendere cifre considerevoli, può ottenere un prodotto di qualità superiore e destinato a rimanere ai vertici della considerazione generale per gli anni a venire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *