Moto in primavera: consigli per tornare in sella

La primavera in arrivo riscopre la voglia di andare in moto, Dopo un inverno di sosta nel box, è tempo di rimetterla in piedi, e bisogna procedere con un check-up completo. Vi sono delle importanti operazioni da fare e cose da controllare prima di rimetterla in moto davvero. Ecco alcuni consigli per non farvi trovare impreparati, dedicando al mezzo a due ruote la giusta cura.

I liquidi

Importante operazione da fare prima di rimettere la moto in carreggiata, è quella di controllare i livelli dei liquidi e dell’olio. Il liquido di raffreddamento deve essere verificato, e qualora fosse necessario un rabbocco è consigliabile usare una miscela mista, fatta di acqua demineralizzata e liquido per radiatori. Inoltre, tenere i livelli a misura di quanto stabilito dalla casa costruttrice.

La sostituzione consiglia è di almeno una volta ogni due anni. Qualora nella verifica vi accorgeste che il liquido mancante è parecchio, potrebbe esserci un problema. Infatti, il liquido non è soggetto a consumo, se non per una piccola parte dovuta al processo di evaporazione.

Il liquido dei freni, come quello di raffreddamento non è soggetto ad usura. È importante verificare il colore al momento del controllo sulla moto, perché se avesse un colorito marrone scuro o ancora peggio nero, si deve procedere alla sostituzione. Il cambio di routine dovrebbe essere fatto ogni due anni, utilizzando come nuovo liquido uno con l’indicazione DOT consigliata dalla casa produttrice.

L’olio è sicuramente l’elemento che più di ogni altra cosa è necessario verificare se è in salute, e soprattutto se sia presente. La sosta invernale non è abbastanza per degradare o rendere meno performante l’olio, per cui se prima della sosta si era già provveduto a rabboccarlo o ancora meglio a sostituirlo, probabilmente in questo senso la moto è a posto.

Se invece ciò non è avvenuto, oltre a controllare il livello dell’olio è necessario verificare anche il colore. Se dovesse mostrarsi troppo scuro, è necessario procedere alla sostituzione. Alcune moto hanno l’indicatore dei livelli direttamente nel carter, altre hanno la classica astina per la verifica che si trova nel tappo di rabbocco.

Batterie, pneumatici e pastiglie dei freni

La batteria è una delle componenti di qualsiasi mezzo di trasporto che sente le stagioni, sente le soste prolungate e soffre molto durante gli sbalzi termici. Quando si riprende in mano la moto, è importante verificare che la batteria sia sufficientemente carica, ma ancora di più quanto sia funzionante. Infine, si devono controllare i livelli dei liquidi al suo interno.

Gli pneumatici sono un altro elemento basilare, in quanto possono essere motivo di sanzione da parte della Polizia Municipale se non rispettano le caratteristiche di legge. Una di queste è la scolpitura, che deve avere un valore minimo di 1 mm. Importante è anche controllare la pressione.

Sulle pastiglie dei freni crediamo che non ci sia bisogno di spiegare perché siano importanti, e perché verificare che queste funzionino o meno correttamente.

Per concludere, diciamo che è bene procedere con la sostituzione degli elementi che non sono più performanti al 100 percento. Dunque, se state rimettendo in marcia la vostra due ruote e cercate ricambi per moto, potete visitare il sito evendor.it, dove troverete tutto quelle che serve per le vostre necessità.