Come ottenere un finanziamento da protestato

Le possibilità di ottenere un prestito sono diverse in una condizione normale, ossia se non si è nella condizione di essere segnalato come cattivo pagatore presso la Crif (Centrale di rischio finanziario) o, peggio, se si ha l’iscrizione nel registro dei protestati. In condizione di normalità si può richiedere un finanziamento finalizzato, per l’acquisto specifico di beni oppure un prestito personale che consiste nell’ottenimento di una liquidità senza necessità di fornire un’indicazione di utilizzo specifico. Negli ultimi anni si è resa anche concreta la possibilità di ottenere un prestito anche da parte dei pensionati. Abbiamo fatto accenno all’iscrizione nel Registro dei protestati ma riteniamo opportuno andare a vedere di che cosa si tratta esattamente.

Cosa significa essere protestati

E’ possibile che tu abbia ottenuto un prestito cambializzato, cioè un finanziamento firmando delle cambiali che ti obbligano al pagamento della stessa alla giusta scadenza presso la Banca di appoggio che hai scelto oppure hai fatto un acquisto firmando delle cambiali. Se non rispetti la data di pagamento di ciascuna cambiale la Banca ha l’obbligo di avviare la procedura di protesto con la quale il creditore può avviare rapidamente il pignoramento giudiziario dei tuoi beni. Oltre a ciò vieni iscritto nel registro dei protesti, per cui di fronte ad una successiva domanda di finanziamento di qualsiasi tipo, viene subito evidenziata la tua situazione e la tua domanda rigettata.

Anche l’emissione di un assegno scoperto genera la stessa procedura ma in questo caso hai la possibilità di coprire rapidamente l’assegno o regolare direttamente il pagamento evitando le conseguenza relative al protesto. Allora, se sei protestato non hai alcuna possibilità di ottenere un finanziamento? Non c’è dubbio che le possibilità siano ridotte in caso di protesto antecedente ma come puoi leggere in questo articolo hai due possibilità praticabili.

Come ottenere un finanziamento

Nel caso tu abbia un contratto di lavoro come dipendente, è possibile avere un finanziamento con la cessione del quinto dello stipendio. Questo significa che il tuo datore di lavoro tratterrà mensilmente una somma corrispondente ad un quinto di quanto ti sarebbe dovuto per versarlo direttamente al tuo creditore. In caso di licenziamento o dimissione, dal tuo Tfr sarà trattenuta la somma ancora dovuta ad estinzione.

Se non sei un lavoratore dipendente la via migliore è quella di saldare il debito che ha generato il protesto e chiedere la cancellazione dal Registro dei protestati. In questo modo la tua condizione di protestato viene cancellata e puoi accedere ad un finanziamento. Considera che gli interessi nel finanziamento con cessione del quinto sono tra i più elevati, se puoi evitare questa via è un bel vantaggio in termini di riduzione dei costi altrimenti devi essere consapevole degli alti costi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi