Cuore e Salute: la Tazzina di Caffè

Il caffè è ricco di antiossidanti, magnesio, potassio e polifenoli, per cui è sufficiente non esagerare e adottare nell’assumerlo qualche precauzione in più per anziani e alcune categorie di malati.

Cosa vuole dire non esagerare? In una persona sana il limite massimo raccomandato pare essere di ca. 300 mg. di caffeina al dì, pari a ca. 4 mg. per chilo di peso. Inoltre dobbiamo fare attenzione perché la caffeina e presente anche: nelle bevande a base di “cola”, nel cappuccino, in una tazza di thè e perfino nel cioccolato, e che, a seconda dalla miscela di caffè utilizzata una tazzina di espresso può contenere tra i 40 e gli 80 mg di tale sostanza e quindi a conti fatti sono ca. 4 tazzine da caffè/dì. A persone che devono fare i conti con alcune malattie come: ulcere, gastriti, ipertiroidismo o malattie renali viene consigliato di evitare il caffè o di prendere il “decaffeinato”.

Non è corretto identificare però il caffè con la caffeina perché tale sostanza dalla composizione chimica complessa contiene: potassio, magnesio e numerose sostanze bioattive, fra le quali diversi antiossidanti, infatti una tazzina di caffè ne può contenere anche più di un bicchiere di succo di mirtillo o una tazza di thè. Importante discorso è anche la sensibilità personale, ovvero: alcune persone non bevono caffè dopo le 15:00 perché fanno fatica a dormire e altre lo bevonoanche dopo cena.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua navigazione. Clicca su Informativa cookie se vuoi saperne di più e su Accetto per dare il tuo consenso. Informativa cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi