Come monitorare il sonno con gli sleep tracker

Nell’ultimo decennio è decisamente aumentata la sensibilità generale al tema del benessere e della salute psicofisica, si sente per questo parlare molto più spesso che in passato di fitness e di strumenti di monitoraggio della propria condizione fisica come i conta-passi e i conta-calorie.

Restando nell’ambito del benessere occorre però prestare attenzione ad un altro aspetto importante della vita quotidiana ossia il sonno, un particolare che ancora purtroppo viene sottovalutato.

Godere di un buon sonno notturno è di fondamentale importanza per sentirsi bene durante il giorno, per essere certi di conservare una buona dose di energie e di conseguenza per essere più in salute. Ma come fare per assicurarsi di riposare in modo adeguato se proprio durante la notte non si è coscienti? La risposta la si può trovare nei moderni dispositivi di monitoraggio del sonno e nello specifico nei bracciali sleep tracker che rendono possibile un preciso e totale controllo del corpo nelle ore di sonno per farsi un’idea quanto più dettagliata possibile su come e quanto si dorma realmente bene durante la notte.

I dispositivi di monitoraggio del sonno, e in particolare i bracciali, hanno il compito di registrare i movimenti notturni, gli eventuali risvegli, la durata delle singole fasi del sonno da quella Rem al sonno profondo, ma soprattutto sono in grado di tenere traccia dell’attività cardiocircolatoria attraverso la registrazione dei battiti cardiaci notturni e di quella respiratoria al fine di individuare l’eventuale presenza di disturbi del sonno come ad esempio l’apnea o se si è soliti russare.

Fra i dispositivi di monitoraggio del sonno indossabili, i bracciali sleep tracker nello specifico sono quelli preferiti dalla maggior parte delle persone, ne esistono numerosi modelli che variano fra loro per estetica, funzionalità e fascia di prezzo, il mercato infatti in quest’ambito offre una vasta scelta ai consumatori che sapranno trovare quello più adatto alle proprie esigenze.

Grazie all’utilizzo di uno dei bracciali sleep tracker è dunque possibile registrare le tantissime informazioni che vengono raccolte dal dispositivo di monitoraggio del sonno e che possono poi essere visualizzate sull’applicazione collegata al dispositivo e consultabile comodamente sul proprio smartphone.

Per chi a questo punto si stesse chiedendo che fare dopo aver raccolto i dati registrati nel corso della notte, sarà senza dubbio interessante sapere che, qualora si dovessero notare delle alterazioni del sonno di qualsivoglia genere, è possibile procedere alla stampa delle schede che possono essere sottoposte all’attenzione del proprio medico di fiducia o di un esperto del sonno per poter così intervenire per ristabilire il benessere notturno che come abbiamo già detto è essenziale per vivere bene durante la giornata.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi